Chiesa dei Battuti – Sabato 10/10/2015 Ore 21.00 – Serata musicale “La Madonna del Popolo”

defendente

Serata musicale dedicata alla Pala del Defendente Ferrari “LA MADONNA DEL POPOLO”

Sabato 10 ottobre, alle ore 21:00, presso la Chiesa dei Battuti, ci sarà una interessante serata artistico musicale dedicata alla Pala del Defendente Ferrari “LA MADONNA DEL POPOLO“, opera che attualmente si trova a Palazzo Mosca nella nostra città. Questa iniziativa si svolge in occasione dei 500 anni dalla sua realizzazione. Ai primi del Cinquecento arrivarono a Caselle i Servi di Maria e, per abbellire la chiesa del loro convento, Defendente Ferrari dipinse una stupenda pala d’altare conosciuta oggi come “Madonna del Popolo”, in realtà il titolo completo dell’opera è Madonna con Bambino in trono tra i santi Giorgio, Cristoforo, Sebastiano e Francesco d’Assisi. L’opera si salvò dal trafugamento in Francia grazie al sindaco Giovanni Fresia che la riscattò a sue spese.

All’incontro di approfondimento partecipano come relatori l’architetto Gianna Villata, l’architetto Giancarlo Colombatto e la restauratrice Valentina Mauro.

Musicisti: Elena Colombatto, Nino Carriglio e Gian Maria Franzin.

Maggiori informazioni su http://battutidicaselle.blogspot.it

 

Cultura a Porte Aperte – Progetto Città e Cattedrali (19-20 settembre)

culturaaporteaperte

La Chiesa dei Battuti partecipa a “Cultura a Porte Aperte” sabato 19 e domenica 20 settembre e sarà aperta.

Città e Cattedrali è un piano di valorizzazione di oltre 400 luoghi di storia e di arte sacra aperti e fruibili, organizzati in itinerari di visita geografici e tematici, in Piemonte e in Valle d’Aosta.
L’esperienza del territorio.

“Città e Cattedrali a porte aperte” è un’iniziativa che offre:
• l’apertura contemporanea dei beni inseriti nella rete “Città e Cattedrali”
• l’organizzazione di percorsi di visita e itinerari
• eventi musicali e teatrali
L’esperienza della Cultura a Porte Aperte.

L’iniziativa, organizzata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sarà anche l’occasione per valorizzare il prezioso lavoro dei volontari che garantiscono l’accoglienza nei luoghi del sacro in Piemonte e in Valle d’Aosta. La loro presenza in Città e Cattedrali è fondamentale e perciò vengono organizzati ogni anno corsi di formazione sui temi della storia dell’arte, della comunicazione, dell’accoglienza, della liturgia, della sicurezza, della manutenzione, con il contributo dei fondi 8 x 1000 della CEI.

L’esperienza dell’accoglienza.