Còse ëd na vòlta – di Domenico Musci – 13/12/2015 – Ore 11.30

CopertinaMusci

 

Presentazione del nuovo libro, postumo, di Domenico Musci

domenica 13 dicembre nel salone delle feste della sede aggiunta della Pro Loco, via Basilio Bona 29, ore 11:30.

Interverrà per la presentazione del libro Massimo Centini, noto scrittore e docente di antropologia culturale. A seguire la premiazione del Casellese dell’Anno 2015.

Come si viveva quando non c’erano elettricità, automobili, computer, televisioni, cellulari, videogiochi, insomma tutte quelle tecnologie che in pochi anni hanno cambiato la vita dell’uomo come mai era successo per secoli e secoli? La risposta è in questo libro che descrive la forma e gli usi di “cose” che ci raccontano la nostra storia, scandita attraverso la creatività, la fantasia, la tecnica e l’ingegno dei nostri antenati; sono oggetti che oggi si possono solo più trovare in polverosi solai o in umide cantine, o nella mente di qualche anziano.

Un libro quindi per persone meno giovani, vissute quando ancora non esisteva la plastica, che ritroveranno gli oggetti, costruiti in legno, metallo, vetro, terracotta dalle abili mani di artigiani, ormai scomparsi, che usarono da bambini o videro usare da padri e nonni. Ma un libro anche per le nuove generazioni che di tali oggetti non conoscono né il nome né la funzione e si stupiscono nel vederli nei mercatini di cose vecchie e magari li acquistano per utilizzarli ormai solo come soprammobili (dalla presentazione in pagina di copertina).

101 oggetti quotidiani d’altri tempi da non dimenticare.

Una selezione di questi oggetti sarà esposta nella mostra, allestita a cura di Marinella Tosi e della Pro Loco di Caselle Torinese nel salone della sede aggiunta.

La mostra sarà visitabile nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 dicembre.

Còse ëd na vòlta Il libro postumo di Domenico Musci

Locandina dell’evento


PRESENTAZIONE LIBRO “Heysel – La verità di una strage annunciata”

Heysel - Il libro

In questi giorni ricorre il trentennale della tragica serata che trasformò una potenziale celebrazione al gioco del calcio e alla passione sportiva in una delle notti più buie che lo sport abbia mai vissuto.

Martedì 26 Maggio 2015, alle ore 20.45 in Sala Giunta, presso il “Palazzo civico” in Piazza Europa 2,  a Caselle Torinese, verrà presentato il libro “Heysel – La verità di una strage annunciata” scritto da Francesco Caremani.

La serata è organizzata dall’assessorato allo sport del Comune di Caselle Torinese ed interverranno l’assessora Angela Grimaldi e l’autore del libro Franceco Caremani

Vi aspettiamo!


Trent’anni dopo.

Ricordo ancora quella sera e i giorni seguenti il 29 maggio 1985. Un ricordo violento, perché quello che accadde cambiò per sempre il mio essere ragazzo, tifoso, e ha cambiato anche il giornalista che sono diventato. L’Heysel è una cicatrice che fa male ancora oggi e che non se ne vuole andare, forse proprio perché in troppi hanno cercato di cancellarla, ma non c’è cura. Anzi, una ci sarebbe: la memoria, una memoria condivisa che dovrebbe avere (ha) come assioma l’unica verità storica e processuale riconosciuta (perché dimostrata e dimostrabile) dall’«Associazione fra i familiari delle vittime dell’Heysel», presieduta da Andrea Lorentini che a Bruxelles perse il padre Roberto, giovane medico aretino medaglia d’argento al valor civile per essere morto mentre tentava di salvare un connazionale.

Segue …

 

Presentazione Libro “Ex voto della Grande Guerra” – 16 Maggio 2015

exvoto

Il 16 maggio, presso la Chiesa dei Battuti alle ore 16:00 presentazione del libro “Ex voto della Grande Guerra” degli scrittori Fabrizio Dassano e Elisa Benedetto

Iniziativa in collaborazione con l’associazione AEGIS


Ex voto della Grande Guerra nell’eporediese e nelle valli alpine canavesane

Il racconto di un viaggio sul territorio del Canavese alla ricerca degli ex voto, attraverso il mito europeo del sangue versato nella Grande Guerra. Le testimonianze di una fede popolare che voleva raccontare la salvezza insperata.
Le pitture, fatte eseguire da quei soldati che riuscirono a salvare la pelle e a tornare a casa, costituiscono il personale ringraziamento indirizzato a quelle Madonne, bianche e nere, e a quei Santi di città e paesi sperduti nelle “terre alte” delle campagne.
Preghiera come racconto, dipinta e fissata nel tempo.
Ancora oggi conservata ma spesso anche perduta e di cui sopravvive solo il ricordo.
Un monito contro la seduzione del mito della guerra, caro ad Ares, costata intere generazioni di giovani sbattuti al fronte. Per non dimenticare quel massacro iniziato appena 100 anni fa.

Curriculum degli autori:
Fabrizio Dassano, nato a Ivrea (Torino), lavora presso il Liceo classico Carlo Botta di Ivrea. Ha collaborato con “Rivista Italiana Difesa”, “Storia Militare” e “Rivista Marittima”. è redattore del semestrale di storia e letteratura “l’Escalina”. Ha scritto diversi libri tra i quali Storia del Teatro in Piemonte (Ivrea, Morgex 2012) e Valter Caffaro, dritto in mezzo la cuore, (Ivrea 2013). Insegna storia del territorio e storia militare in alcune università popolari della provincia di Torino. Ha scritto come corrispondente per “La Sentinella del Canavese” dalla Bosnia-Erzegovina durante l’ultima guerra balcanica.

Elisa Benedetto, nata a Ivrea (Torino), insegna educazione fisica al Liceo classico Carlo Botta di Ivrea. Da sempre appassionata della Grande Guerra, ha accompagnato negli anni i suoi studenti sui campi di battaglia e nelle “terre irredente” per cogliere la memoria e gli echi del passato.

Lucio Fabi, storico di fama internazionale della Grande Guerra, ha all’attivo decine di volumi sul tema. è uno di quegli storici che cammina dentro le trincee per raccontarle nei suoi libri. Non a caso ha scelto da tempo di andare a vivere sul Carso. La sua opera costituisce un punto di riferimento fondamentale per l’analisi a tutto campo della Prima Guerra Mondiale.

Vi aspettiamo numerosi! Grandi e piccini.
INGRESSO LIBERO

Evento Facebook: https://goo.gl/TS7Gcg


 

Maggiori informazioni su:

Web: http://battutidicaselle.blogspot.it

Facebook: www.facebook.com/ibattutidicaselle

Cose Nostre al Salone del Libro di Torino

Al prossimo Salone del libro, in programma a Torino Lingotto Fiere, dal 14 al 18 maggio 2015, ci saremo anche noi.
Grazie all’ospitalità della Regione Puglia, domenica 17 maggio, dalle 10 alle 11, ci sarà l’evento:
Comunicazione locale e cittadinanza attiva: ne discutono i giornali delle Pro Loco (anteprima del IV Convegno Nazionale GEPLI del 20-21 giugno a Ruvo di Puglia)

Parteciperanno, presso lo Spazio Puglia:
– Angelo Tedone ( direttore del giornale “Il Rubastino” di Ruvo di Puglia)
– Elis Calegari ( direttore del giornale “Cose Nostre” di Caselle T.se)
– Paolo Ribaldone ( moderatore del Forum GEPLI – Giornali Editi da Pro Loco d’Italia )

 

Gallery with ID 3 doesn't exist.

Festa annuale della Pro Loco

Domenica 14 dicembre 2014 celebreremo la festa annuale della Pro Loco di Caselle Torinese.

Gli appuntamenti della giornata saranno i seguenti:

  • Alle ore 9.30 Santa Messa nella chiesa di Santa Maria.
  • Alle ore 11.00, presso il salone delle feste della nostra sede aggiunta in via B. Bona 29, presentazione del volume “Origine di un viaggio, 45 anni di immagini della Pro Loco di Caselle Torinese” e in seguito la cerimonia di conferimento del premio “Il Casellese dell’anno”.
  • Alle ore 13, presso la “Casa delle Associazioni – Silvio Passera” in via Madre Teresa di Calcutta 55, il nostro pranzo sociale.
    La quota è di 22,00 euro.
    E’ obbligatoria la prenotazione, entro giovedì 11 dicembre, telefonando ai seguenti numeri:
    011/9962140 – 389/7655605.
  • Nel corso della giornata di domenica sarà possibile rinnovare la tessera di iscrizione alla Pro Loco per il 2015.

 

 

 

 

In arrivo il nuovo libro fotografico della Pro Loco

COP-x-menu

“Origine di un viaggio – 45 anni di immagini della Pro Loco di Caselle Torinese” da domenica 14 dicembre sarà per tutti disponibile.

Il libro, l’ottavo pubblicato dalla nostra Pro Loco, esce in concomitanza con il raggiungimento dei 45 anni di vita dell’associazione

Nel libro, 196 foto, a raccontare questi 45 anni.

“Origine di un viaggio” non è però un semplice contenitore di foto. Può essere un viaggio nei ricordi, specie per quei soci che da più tempo partecipano alla vita dell’associazione. Ma non ci si deve fermare al solo Amarcord. Il libro vuole essere, anche per i soci più recenti o per chi sta entrando solo ora in contatto con la Pro Loco, un biglietto da visita per raccontare cosa si è, ed essere fonte di ispirazione per cosa si potrebbe diventare.

Il libro è in vendita al prezzo di copertina di 12 €.

Potete acquistarlo:

  • nella giornata della sua presentazione, domenica 14 dicembre, in occasione della festa annuale della Pro Loco, nelle due sedi di via Madre Teresa di Calcutta 55 e via Basilio Bona 29
  • a partire dal 15 dicembre, nelle edicole di Caselle.